jump to navigation

Consegna 8a lezione: progetto preliminare loft. April 5, 2006

Posted by Marco in Architetti.
trackback

Dunque prima di iniziare studiate a fondo la pianta della villa in Cascais di Eduardo Souto De Moura. la scheda su europaconcorsi è a questo indirizzo:

http://www.europaconcorsi.com/db/pub/scheda.php?id=9937

fate attenzione a 2 cose:

  1. il disegno – dovete disegnare esattamente come lui, tutto! tramezzi, porte, mobulio, infissi etc.
  2. imparate a creare un gruppo servizi. disimpegni, cabine armadio, ripostigli, bagni e bagnetti, armadi etc.

Guardate che secondo me, Eduardo è il migliore architetto vivente (non esagero, ma sapete che stimo poco gli architetti), ho avuto modo di conoscerlo personalmente ed è eccezionale perchè prima di essere architetto (ovvero una firma, uno stile codificato, un personaggio) è un uomo, un uomo molto simpatico, ironico e (quello che più conta) autoironico.

Lui è un maestro nel creare case, case per persone, case nella natura. Le sue architetture sono raccolte in molti libri:

un primo passo economico sarebbe: 

http://www.libreriauniversitaria.it/isbn/382384539X 

o altrimenti se paparino caccia i soldi:

http://www.electaweb.it/electa/ita/libri/scheda.jsp?isbn=978884359841&ed=53 

Ora parliamo del plastico:

il plastico deve essere fatto in modo da poter fare delle fotografie interne, pensate quindi a fissare le pareti sud(vetrata) est e ovest con degli spilli in modo da poterle smontare a piacere e fotografare l'interno. il soffitto deve rimanere montato e se volete potete praticare dei tagli (pawson) o dei fori (spot) per far filtrare la luce all'interno.

Importantissimo!!!

procuratevi una sagoma di uomo o donna da inserire all'interno. Come si fa?

Si trova su una rivista a colori o sul catalogo IKEA una persona in una posa naturale (una persna in una abitazione, a casa sua – non una modella supersexi e mezza nuda o in abito da gran prima alla Scala) le dimensioni devono essere in scala 1:20 ovvero come il plastico (questo vuol dire che la "persona" deve essere alta  7/8 cm. Incollate il vostro inquilino su un cartoncino rigido e ritagliate il contorno. Incollate poi sul dorso una linguetta sporgente che servirà a fissare la figura in verticale con uno spillo all'interno.

 La sagoma del vostro inquilino deve poter essere usata in due o tre foto quindi deve essere amovibile!

tutto chiaro?  

Ecco alcuni esempi. d Nicola Di Battista. Notate l'uso della luce! Soprattutto nell'ultima in basso. I plastici sono stati fatti in scala 1:20 da ragazzi come voi, senza esperienza (io c'ero). Si tratta di immaginare un plastico come una set cinematografico, le persone sono fotografie tratte da riviste e ritocatte (l'uomo che guarda in basso una volta ha pantaloni gialli e un'altra verdi!)

Comments»

1. Fiore - April 6, 2006

ciao Marco! Ho visto le immagini del modello che hai messo nella home page, premesso che sarà molto ma molto difficile che riesca a farne uno simile… volevo chiederti: come faccio a rendere i materiali? Basta disegnarli o si devono applicare? vanno messi anche gli specchi, arredi,…?

2. architettura - April 11, 2006

per 1. Fiore la parola d’ordine è “astrazione” os preferisci rappresentazione…cerca di essere astratta non mi fare una casa di bambole per barby e kent cerca di ragionare in termini di comunicare un’idea (con l’apostrofo) di spazio, una architettura, un modo di pensare l’alloggio oggi, cosa significa “abitare” in Italia nella bellissima primavera del 2006?….chi se ne frega degli specchi….fai tutto in poliplat bianco

ciao e buona pasqua

3. :cosmico: - April 14, 2006

caro marco, so che non accoglierai troppo bene questa email ma se ho capito bene la consegna consiste in:

– un disegno MOLTO dettagliato della pianta del nostro loft
– un disegno MOLTO dettagliato della sezione del loft
– un modellino smontabile sulla cui costruzione non abbiamo alcuna esperienza
– un collage sulle architetture da cui ci ispiriamo
– lo studio di un libro intero

so che a te non sembra molto ma devi aggiungere che abbiamo anche altri professori che ci danno MOLTI lavori (per il 2 mag: 60 disegni tecnici, una ricerca approfondita su 3 architetture, un altro progetto,ecc) abbiamo fatto esami da gennaio ad aprile (grazie all’infallibile organizzazione IED), abbiamo il cervello fritto e ne abbiamo un po’ piene le p.. di non avere MAI un minuto per noi. Anche perché diventa controproduttivo dato che finiamo per provare a fare tutte le migliaia di cose che ci date da fare e le facciamo male, a tirar via. Io so che tutti faremo questa consegna a tirar via e sinceramente non mi piace fare le cose male, portarti progetti schifosi come quello dell’ultima volta. Però ce lo state chiedendo voi di lavorare così. Siamo coscienti che non è colpa vostra ma nemmeno nostra, non vedo perché dobbiamo pagare il prezzo di esami fatti in ritardo, professori assenti, ecc. Sicuramente non cambierà niente ma avevo solo bisogno di un piccolo sfogo. Ci vediamo martedì.

Buona pasqua.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: