jump to navigation

Facciamo un Bagno! February 28, 2006

Posted by Marco in Architetti.
trackback

Questa settimana ci facciamo un bel bagno (era ora!)
Lo facciamo lavorando su tre fronti:

Il rilievo, la ricerca architettonica e il progetto. Ognuno di questi fronti corrisponde ad una precisa azione conoscitiva.

Il Rilievo
Il rilievo architettonico è la ricostruzione del progetto. Certo questa definizione può apparire semplicistica, ma ha il vantaggio di essere immediata. Il rilievo, infatti, è evidentemente un processo inverso, nel quale, a partire da un manufatto esistente si ricostruiscono gli elaborati necessari per realizzarlo, così com’è ora, e si interpreta l’idea progettuale.
Il vostro rilievo dovrà contenere:

  • misurazione dei lati e delle diagonali di ogni locale;
  • acquisizione delle misure parziali di ogni lato;
  • indicazione della posizione di elementi di arredo fissi (sanitari, termosifoni) e arredi mobili (armadietti, lavatrici etc.) e se possibile individuazione della colonna di scarico
  • indicazione della presenza di eventuali archi, volte, putrelle;
  • indicazione del senso di apertura delle porte interne;
  • indicazione in planimetria dei punti di ripresa delle fotografie.

La consegna del rilievo consiste in una tavola A4 con il rilievo in scala 1:20 e una tavola A4 con un collage di almeno 4 fotografie dello stato attuale del bagno.

La ricerca architettonica

Prima di affrontare un progetto dovete sempre essere in grado di potere dire da quale architettura viene la vostra architettura. Questa analisi è importante quanto il progetto! Dedicateci qualche ora, cercate di raccogliere esemi di architetture estremamente vicine all’idea di spazio che volete creare nel vostro progetto. Cercate soprattutto immagini di stanze da bagno, studiate i materiali, le luci, la posizione degli specchi etc.

La consegna consiste in una tavola A4 con un collage di almeno 4 architetture.

Progetto

Bene è il momento di dire la vostra, abbiamo studiato i dati tecnici e funzionali di un bagno, abbiamo fatto un’analisi dello spazio architettonico realizzato dai nostri maestri, ora è il momento di fare la sintesi. Daceti dentro, fatemi sognare…

La consegna consiste in “almeno” una tavola A4 con una pianta del vostro progetto in scala 1:20

potete usare colori e notazioni in cui date informazioni sui materiali e su tutto quello che non riuscite a disegnare (luci, specchi etc.)

I miei consigli:

  1. tenete conto del movimento dell’uomo nel vostro progetto
  2. stebilite le fonti di luce appropriate
  3. fate attenzione alle esigenze dell’impianto idraulico (gli scarichi)

tenete inoltre conto delle seguenti tematiche:

igiene del corpo

truccarsi, specchiarsi

pulizia delle superfici (materiali adatti e resistenti all’acqua)

impianto elettrico sicuro per i bambini

ripostiglio per piccoli cosmetici e farmaci (dietro lo specchio sarebbe un classico!)

ripostiglio per asciugamani ed altro (facoltativo)

Ricordatevi che si ottiene “bellezza” sottraendo “funzionalità” (ne riparleremo…) se volete ottenere un bagno “bello” forse la cosa migliore è evitare di metterci la lavatrice! (oppure trovatemi un bagno di Pawson con una bella Ariston in primo piano e io cambierò idea)

Ora fatemi nero! sono in attesa della valanga dei vostri commenti e richieste di chiarimento

A proposito: sono pronti i risultati del test. Chiara, Vittoria, Luiza ,Claudia e Christian conducono a punteggio pieno (34), controllate se tutto va bene nella vostra sezione (sez.C)

Comments»

1. Chiara 1C - February 28, 2006

Ciao “Marco”!!!!
Insomma abbiamo poco da fare…😉

Vorrei sapere, visto che oggi mi hai detto
che sono un pò confusa sulle architetture
(ho scelto 4 architetture di differenti Maestri),
se lo spunto lo devo prendere da uno in
particolare di quei quattro scelti o anche di
altri Maestri che hai citato nel sito.
Anche un’altra cosa, tanto per farla breve….
non ho capito bene se lo spessore dello specchio
e la collocazione delle fonti luminose, etc.. oltre che
definirle, scrivendone informazioni, devo anche
inserirli nella pianta trattegiandoli, visto che seziono
ad 1.00 m da terra e quindi non sarebbero inclusi
nel mio rilievo. In attesa della tua risposta,
ti ringrazio e ti saluto.

2. CiNgOlAnI LoDoViCo - February 28, 2006

buon giorno.
prima di tutto le volevo far avere la mia email e poi le volevo chiedere, la fonte di luce del mio bagno è naturale e proviene dal soffitto tramite un oblò,come faccio a rappresentarla nella realtà e nel progetto?
Le vuole le visioni tridimensionali o reali dei materiali da noi usati o preferisce la leggenda? e in fine Cosma mi ha fatto sorgere un dubbio, il disegno della pianta lo vuole fatto a mano o va bene anche se fatto al computer?
Grazie di tutto, ai prossimi dubbi arrivederci. (((FORZA ROMA)))
28/2/2006

3. CiNgOlAnI LoDoViCo - February 28, 2006

mi stavo dimenticando lo so che ha specificato molto bene la questione dei punti in base hai ritardi ecc… ma se uno a caso facesse l’ incidente con la macchina che succede?
con cio le volevo chieder il suo numero di cel. anche perchè non ho internt e mi è un po’ difficile contattarla grazie e ancora
(((FORZA ROMA)))
28/02/2006

4. architettura - March 1, 2006

per 2. / 3. CiNgOlAnI LoDoViCo

– la luce è principalmente un fatto architettonico con cui un architetto deve saper lavorare….la sua rappresentazione è un’altra cosa, meno importante. lo vedremo insieme per ora però basti che nel momento in cui fai un progetto devi saper “vedere la luce”

– mi basta una pianta e una legenda

– il mio cellulare lo sa solo mia moglie e lo accendo solo quando sono in montagna, mi puoi trovare allo 06 68192335 (hai letto bene le FAQ?)
– non hai internet? ma come fai a sopravvivere?

5. architettura - March 1, 2006

per 1. Chiara
grazie per la tua domanda! LA PARTE PIU IMPORTANTE DELLA CONSEGNA DI MARTEDI’ E’ PROPRIO LA SCELTA DEI PROGETTI DI RIFERIMENTO.

Io sviderei a singolar tenzone quei due cazzoni di minimalisti inglesi e gli farei vedere come lo sappiamo fare noi in Italia il “minimalismo” (non scherzo imparate a sfidare i maestri sul loro campo, solo così imparate – come con il Tennis)

Una risposta alle altre domande? arrangiati!

(ma la tecnica è sempre quella: studia l’architettura, in questo caso i disegni di architettura dei tuoi maestri. Non chiedere a me come si disegna un bagno, chiedilo a Chipperfield!)

6. lodovico - March 2, 2006

sono lodovico le volevo chiedere se i muri si possono spostare, eliminare,o li lasciamo dove sono?

7. Chiara 1C - March 2, 2006

Grazie Marco,
mi arrangierò.. vediamo se martedì
ti dimostrerò di aver capito!!🙂
Salutoni

Ps x Ludo: Io i muri li sposterei in cucina😉

8. architettura - March 2, 2006

PER FIORENZA

On 02/mar/06, at 18:09, FIORENZA wrote:

Ciao Marco, sono Fiorenza!! Ho iniziato a studiare “con chi” e come fare il mio bagno e non mi sto ispirando un granchè a Pawson e Chipperfield (a Pawson un pokino sì!), ma ad altri architetti, credo minimalisti, ma non sono sicura; quali Tadao Ando e Peter Zumthor… Non so se per te può andar bene, potresti farmi sapere, così evito di consegnarti un progetto “sbagliato”?
In più, in bagno ho un muro di circa 10*75cm che va dal pavimento al soffitto, e divide la vasca dalla doccia, potrei eliminarlo o spostarlo? Si possono aggiungere muri, muretti, finestre, bucature,etc?
Posso togliere lo scaldabagno, mettere degli scalini, pannelli scorrevoli?
Ultima domanda (prometto!!), il bagno non deve essere per forza un bagno tradizionale, io volevo fare più che altro una “sala benessere-relax” (tipo il bagno con la vasca enorme di marmo di Hoffmann a Villa Stoclet)! Cioè, non volevo metterci anche la lavatrice, gli armadi, ecc; e vorrei mettere tipo poltrona/chaiselongue, che ne pensi?
Dopo queste mille domande, e in attesa di risposta, ti saluto, …Ciaooooooooooooooooo :)!
Fiorenza

——————————–
cara fiorenza queste cose dille sul sito, l’ho creato apposta e non mi piace vedere che ho specato tempo.

1° guarda che è un tuo preciso diritto presentare un progetto “sbagliato”.
2° Ando e zumthor vanno benone
3° tutto quello che chiedi non solo è possibile ma anche auspicabile

buon lavoro

Lloyd Marcus Andresen

9. architettura - March 2, 2006

per 6. lodovico
non puoi cambiare il preimetro.
Se all’interno del bagno c’è qualche tramezzo divisorio, come nel caso di fiorenza, allora puoi demolirlo.

10. cosmico - March 2, 2006

ciao lloyd! =)
siamo appena tornati da casaidea e, a parte un gran numero di cosette che potremmo vedere su bravacasa x le care casalinghe abbiamo visto anche qualcosa di bello. Ora vorrei fare qualche domandina..

– che materiali usa Pawson per avere quelle bellissime texture? E’ un’intonaco colorato?

– voglio usare un po’ di materiali “innovativi”, tipo resine e un altro che si chiama ecoQUALCOSA con cui fanno molti lavandini.. puoi consigliarmi qualche sito per capire quali sono le loro applicazioni, le possibilità di formatura, ecc?

ne avevo in mente altre mille ma ovviamente ora che sono qui e posso scrivere non mi viene in mente nulla.. semmai torno a scrivere!

Grazie!

:cosmico:

11. cosmico - March 3, 2006

hmm.. mi è venuta un’altra domanda: il rilievo dev’essere quotato? O basta un disegno (o stampa CAD) in scala?

ciao!

:cosmico:

12. cosmico! - March 3, 2006

stiamo impazzendoooooooo!!! – – nel frattempo ho un’altra domanda.. posso spostare il famoso “tombino” di ispezione?? (mi sa che tombino non è esattamente il termine giusto😀 ma non mi ricordo……) – – Ovviamente si parla di spostarlo di poco e avvicinandolo alla colonna di scarico.

a presto, alla prossima minchiata che mi blocca =)

:cos:

PS: marco, questo sito fatto con wordpress è carino e molto funzionale.. peccato che con FireFox per win il menù sballa un po’. Sono sicuro che sul Mac si vede benissimo ;] – – Lo conosci Joomla!??? Se clicchi sul mio nome su quest’ultimo post puoi vedere il sito ufficiale..

13. vittoria! - March 4, 2006

ciao marco,sono vittoria,ti volevo chiedere visto che il mio bagno è cosi’ piccolo da non riuscire a sfogare la mia fantasia….e dato che i miei genitori sono venuti qui a roma a trovarmi….posso fare il rilievo del loro bagno d albergo…????????a presto,ciao

14. architettura - March 6, 2006

10. cosmico

1 – non ho idea cosa usa pawson, non credo sia in fissa con queste cose, credo che usi materiali semplici e alla portata di tutti…. prova a vedere se il corian della du pont ti piace, trovi tutta la documentazione su…
http://www.media-globe.com/europaconcorsi/

2 – metti le quote essenziali (perimetro)

3- credo si chiami scatola sifonata, si può spostare max 100 cm dalla colonna dello scarico (Joomla: gajardo, poi melo studio!)

15. architettura - March 6, 2006

13. vittoria!
non credo che questo messagio ti arrivi in tempo (tra giovedì sera a lunedì mattina stacco tutti i collegamenti con il mondo civile, niente internet, niente televisore, niente telefono): comunque: SI, puoi fare il rilievo del bagno dell’albergo

16. architettura - March 6, 2006

Lucrezia mi chiede:

“Ciao Marco,
avrei bisogno di sapere se si possono eliminare tramezzi (nella fattispecie sono due tramezzi che costituiscono il box doccia!) e se si possono “spostare” dei muri interni.
Il bagno di casa mia confina, sullo stesso lato, con il bagnetto di servizio e con degli armadi a muro pressochè inutilizzati perchè si trovano in cucina!! Posso usufruire di un po’ di tale spazio?!

Grazie!
Lucrezia :)”

cara lucrezia, usa il forum per le tue domande! La risposta:

puoi eliminare tramezzi interni
non puoi modificare il perimetro del bagno

17. architettura - March 6, 2006

Francesa mi scrive:

“Gentile Professore, sono Francesca Bombrini e per motivi personali non ho potuto seguire le sue due lezioni.
I miei compagni mi hanno riferito che per martedi’ dobbiamo portare la piantina del bagno , il rilievo delle pareti e un nuovo progetto del bagno.
Se possibile avrei qualche domanda da farle:
. posso semplificare i rilievi delle pareti del mio bagno in quanto sono troppo complicate;
. per il nuovo progetto come faccio a dimostrare che tipo di materiale scelgo?
. insieme ai disegni del progetto del nuovo bagno , posso allegare alle tavole delle immagini dalle quali ho preso spunto il nuovo progetto ?
Vorrei anche domandarle se c’e’ la possibilita’ di recuperare i punti persi per le assenze.
cordiali saluti Francesca

Il mio indirizzo e- mail e’ chiccabombrini@hotmail.it

– Non mi sembra che il tuo bagno sia troppo complicato puoi benissimo farcela. (fare un rilievo “modificato” è un contro senso il rilievo è uno strumento per conoscere la realtà)

– iniziamo a parlare come architetti un architetto non deve “dimostrare” niente (per quello ci sono gli avvocati) un architetto al massimo mostra, comunica… comunque basterebbe una nota in legenda (ad es.: 1: mensola in marmo di carrara bianco spessore 3 cm)

– non solo puoi allegare le tavole delle immagini dalle quali ho preso spunto ma anzi devi! Qesto modo di lavorare è la parte centrale di questo corso.

– a parte i due esami rimasti non esiste modo per recuperare punteggio

18. Chiara 1C - March 6, 2006

Ciao Marco, vorrei chiederti una cortesia
se possibile. Sfortunatamente non sono molto
aggiornata sui materiali di cui posso usufruire
per ambienti sia interni che esterni in generale.
Vorrei iniziare a farmi una cultura materialistica,
visto che mi sono accorta dopo aver progettato il
mio bagno di non aver abbastanza materiale
per pensare le cose migliori. Se puoi, consigliami
qualche sito o qualche libro. Grazie, Chiara.🙂

19. architettura - March 6, 2006

per 18. Chiara 1C

Cara chiara, mi chiedi la luna! Cercherò piano piano di aiutarti con le lezioni. Ma non posso darti una “cultura materialistica” (come dici tu) rispondendo ad un post…la fai troppo semplice.

In sostanza quello che mi chiedi è proprio del mestiere: ci vogliono anni.

Io non ho nessuna fretta. E tu?

20. Fiorenza - March 6, 2006

Ciao Marco!! Ho 2 domande:
1- i servizi li prendiamo da cataloghi o dobbiamo disegnarli?
2- le immagini dalle quali ho preso spunto non sono immagini di bagni, va bene lo stesso?

21. Adriano - March 6, 2006

AIUTOOOOOOOOOOOOOOO…ma ce la farò!

22. architettura - March 6, 2006

20. Fiorenza

scusa il ritardo! ho aspettato un pò poi mi sono dimenticato….
1) diegnate solo l’ingombro….
2) basta che sia buona architettura (fatevela solo con i maestri…)

23. architettura - March 6, 2006

per 21. Adriano

bravo! Porta quello che hai e che puoi ma porta qualcosa, non fare consegna incompleta! hai tutta la mia comprensione, è un gioco pesante…e non è facile. Diventa facile col tempo ma all’inizio è dura. Tieni duro e porta a termine la consegna…la qualità verrà se non viene subito verrà poi. Non ho nessuna fretta…

24. Marco - March 24, 2006

Ciao Marco, sono Marco spero che non impieghi più di due secondi a capire chi sono altrimenti mi arrabbio!. Ho finalmente trovato il Maestro a cui rubare l’arte. L’architettura di Wright è la refurtiva, mi piace per il suo modo di integrarsi con il territorio, mi piace il pensiero che Wright usa per concepire la sua architettura attraverso lo sviluppo delle piante orizzontali delle aperture del tetto per l’accesso della luce, il fuoco come centralità dell’abitare insomma la spazialità che crea in funzione dell’uomo che si relaziona con la natura. Da qui parte la ricerca del mio pensiero progettuale, nonostante ciò ho ancora molti problemi nel leggere l’architettura con gli occhi di un architetto, per questo vorrei delle dritte in quanto non riesco ad individuare velocemente l’asse di costruzione che mi darebbe le risposte necessarie per iniziare ha studiare un’architettura, ovvio è che mi riferisco in generale e non a Wright in quanto le sue piante crociformi sono da me ben note. Per es. mi riesce difficile ancora immagginare di progettare un bagno o una camera o quello che sia seguendo un determinato Maestro e lo sò che è per questo che ci dici di studiare, però ogni tanto qualche suggerimento sarebbe cosa gradita. Comunque questa mail vuole essere una sollecitazione perchè voglio tutto quello che mi spetta!! Ci vediamo in classe ciao e grazie. Marco

25. architettura - March 27, 2006

per marco
bene bene. a quanto pare siamo partiti! bravo. Ora studia il rapporto sessuale che lloyd ha con i materiali, con la luce (liscio ruvido opaco lucido) riesci a vedere una stanza d’acqua e di luce (riflessi, specchi), riesci a verere un rapporto naturale con il proprio corpo, riesci ad esprimere ciò che vedi? forse no ma col empo sicuramente si!

ora attento però, lloyd è un gran trombone morto da anni, bravissimo per carità, ma molto morto. molti suoi epigoni (copioni) sono venuti dopo di lui e hanno fatto tabula rasa. lloyd non ti porta lontano (i materiali in quelli è ancora un maestro) ma l’idea architettonica è superata.

Ora invece di “organico” si dice “ecologico!”, “sostenibile” etc. vuoi avere un rapporto con l’ambiente? vedi Glenn Murcutt che ha vinto nel 2002 il premio Pritzker (una sorta di nobel dell’architettura).

parti da qui: http://www.pritzkerprize.com/2002annc.htm


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: